SUPERNOVA

UN ROAD MOVIE CHE RIESCE A RACCONTARE LA PROFONDA DEVOZIONE DI DUE ESSERI UMANI L'UNO PER L'ALTRO.
SUPERNOVA

Sam e Tusker, sessantenni, sono compagni di vita da molto tempo: Sam è un pianista, Tucker uno scrittore, e hanno condiviso la loro passione per l’arte durante tutta la loro lunga storia d’amore. Ma Tusker ha scoperto di essere affetto da demenza precoce, e decide di prendersi una vacanza dalla realtà insieme a Sam a bordo di un camper con cui rivisitare luoghi e persone importanti del loro passato comune. Ma nel corso del viaggio entrambi dovranno venire a patti con il modo individuale di affrontare la malattia e con l’imminente trasformazione del loro rapporto.

Supernova racconta una storia curiosamente simile a quella di Ella & John di Paolo Virzì, e anche in questo caso il punto di forza del film è la bravura dei due protagonisti.

Là erano Helen Mirren e Donald Sutherland, qui sono Stanley Tucci e Colin Firth.Tucci ha il ruolo di Tusker, un uomo abituato ad esercitare il controllo sulla propria vita, che ha sempre vissuto con indipendenza e ironia. Per questo non può sopportare di diventare un peso per Sam, interpretato da Colin Firth, per cui Tusker è il centro del mondo. Ed è infatti Sam ad avere le più grandi difficoltà nel fare i conti con un declino progressivo e inesorabile, che significa anche la perdita graduale della reciproca identità e la scomparsa del loro mondo.

Supernova è un road movie ricco di sfumature che riesce a raccontare la profonda devozione di due esseri umani l’uno per l’altro, rendendo del tutto irrilevante il fatto che appartengano allo stesso sesso. Harry Macqueen, regista e sceneggiatore, sceglie una linea narrativa struggente ma non manipolativa delle emozioni degli spettatori, e parimenti Stanley Tucci mantiene una compostezza che ha a che fare con la difesa stoica e fiera della propria dignità, mentre a Firth è concesso l’occasionale cedimento. Lo sguardo con cui Sam abbraccia e custodisce Tusker è una testimonianza visiva di quanto desideri trattenerlo accanto a sé, proprio mentre a poco a poco lo vede scivolare via.

“Non si dovrebbe piangere qualcuno quando è ancora in vita”, afferma Tusker, ed è questa la constatazione più amara che fa chiunque si veda portare via la propria mente, o assista allo sgomento di chi resta lucido a guardare. Supernova parla del coraggio di accettare le cose come sono e non come vorremmo che fossero, e della libertà di prendere decisioni che riguardano la nostra vita anche quando sembra essere la vita stessa a sottrarci questo diritto. Infine parla del rispetto per l’altro, che è la componente fondamentale dell’amore, e non consente ricatti o imposizioni.

Infine è un omaggio al grande talento di due attori profondamente diversi per formazione culturale e modalità espressive, ma uguali per generosità e coraggio artistico. Si crede alla loro storia d’amore perché siamo certi che due interpreti di questo calibro e di questa sensibilità non possano che volersi bene davvero e stimarsi nel profondo.

SPETTACOLI dal 16 al 19 ottobre
CINEMA TEATRO CESARE CAPORALI - Piazzetta San Domenico, 1 - Castiglione del Lago (PG)
sabato 16
  • NON PROGRAMMATO
domenica 17
  • 21:15
lunedì 18
  • NON PROGRAMMATO
martedì 19
  • 18:00
  • 21:15
SUPERNOVA