Scuole

Il nostro Cinema propone molteplici attività e progetti rivolti alle Scuole di ogni ordine e grado presenti nel territorio del comune di Castiglione del Lago (Perugia) e dei comuni limitrofi, sia umbri che toscani.

Tra le principali citiamo:

scuola al cinema
Uno degli incontri con i ragazzi delle scuole
  • Il  Progetto LA SCUOLA AL CINEMA che propone ad inizio anno scolastico proiezioni di film di qualità al mattino e al pomeriggio duarante il tempo scolastico e, d’intesa con le scuole, anche nel tempo libero extrascolastico.  Ma anche laboratori di educazione al linguaggio audiovisivo sia attraverso la produzione di cortometraggi che la sperimentazione di attività creative ed espressive per l’analisi critica dell’opera audiovisiva.
  • Il progetto DAVID GIOVANI, riservato ad una selezione di studenti degli ultimi due anni della scuola superiore che contempla la formazione di una Giuria Locale di studenti che visione gratuitamente nel tempo extrascolastico circa 20 film italiani di qualità selezionati tra quelli concorrenti al premio David di Donatello.
    Al progetto è abbinato un concorso per elaborati scritti che offre la possibilità di vincere un soggiorno a Venezia in occasione della Mostra del Cinema e uno a Roma per il meeting “Cinema e Giovani” promosso, come lo stesso progetto, da Agiscuola nazionale.
  • Il Laboratorio CORTOREC per la produzione di cortometraggi attraverso un percorso realizzato a scuola e/o nel tempo libero. Il laboratorio propone ai ragazzi di realizzare con la videocamera digitale un piccolo film narrativo o documentario, un videoclip musicale, uno spot del tipo “pubblicità progresso”, un TG divertente o un re-make di film famosi in chiave ironica o satirica. Il percorso parte dall’idea iniziale fino ad arrivare alla visione del prodotto realizzato, che si effettua naturalmente al cinema su grande schermo.

Il Cinema propone inoltre alle scuole proiezioni con film di qualità in occasione delle principali ricorrenze (Giorno della Memoria, Giornata Internazionale dei Diritti dei bambini, ecc.) e in relazione alle tematiche più svariate affrontate nell’ attività didattico-educativa. Quando possibile invita alla proiezioni autori, attori ed esperti.

I film per ragazzi che il cinema programma normalmente nei fine settimana sono disponibili, su richiesta da parte della scuola, per proiezioni ad hoc a prezzi scontati, al mattino o pomeridiane, in fascia scolastica ed extrascolastica.

Il Cinema recepisce proposte da parte delle scuole offrendo la possibilità di visionare uno o più film a richiesta sul grande schermo rispettando e valorizzando tutte le potenzialità di un’opera fruita in sala nelle condizioni audiovisive ottimali.

Per tariffe, prenotazioni e ulteriori informazioni potete contattarci al Cinema al tel. 075 9653152 (orario spettacoli), al tel. mobile 335 5858310 o compilare il modulo di contatto.

 


Cinema Teatro Cesare Caporali

Castiglione del Lago

PROGETTO “LA SCUOLA AL CINEMA” a.s. 2017-2018

ROSA FILM PER LE SCUOLE

Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado

 Per proiezioni in orario scolastico ad € 3.50 salvo disposizioni diverse imposte dalla distribuzione (minimo 100 studenti).

Per proiezioni in orario extrascolastico feriale (escluso prefestivo e festivo), se inserite in un progetto di collaborazione con la scuola, si conferma la riduzione ad € 3.50 salvo disposizioni diverse disposte dalla distribuzione.

I film che devono ancora uscire potranno essere proiettati nel periodo successivo all’uscita (10-20 giorni dalla data di uscita indicata nell’elenco, solo eccezionalmente in uscita)

Oltre ai titoli della rosa, indicati nelle elenco come già disponibili in quanto già usciti in sala o disponibili dopo l’uscita in sala, la scuola può richiederci altri film non indicati nel nostro elenco, della scorsa stagione o di stagioni precedenti.

Per i film italiani sarà possibile valutare la possibilità di invitare registi e attori, dal vivo o collegamenti video in diretta.

L’elenco che segue potrà essere integrato con comunicazioni in itinere sulla base delle uscite di nuovi film al momento non in data. Le date di uscita, quando previste, potranno subire variazioni.

 

In ordine cronologico di uscita

L’elenco non è esaustivo. Altre segnalazioni di film di particolare interesse per le scuole qui non indicati saranno fatte di volta in volta. Le date d’uscita indicate potranno subire variazioni.

La fascia d’età è indicativa, soprattutto per i film ancora non usciti, e in caso di interesse dovrà essere ulteriormente verificata.

 

INFANZIA E PRIMARIA

Film narrativi e documentari

PIPÌ PUPÙ E ROSMARINA IN IL MISTERO DELLE NOTE RAPITE (da 5 anni in su) – Uscita cinema giovedì 16 novembre 2017

Regia di Enzo D’Alò. Un film con Giancarlo Giannini, Francesco Pannofino, Mattia Fabiano, Lucrezia Roma, Agnese Marteddu. Cast completo Genere Animazione – Italia, Francia, Lussemburgo, 2017, durata 82 minuti.

Pipì, Pupù e Rosmarina sono i tre cuccioli cercatori del Mapà, figura misteriosa un po’ mamma e un po’ papà, e questa volta Voce, il narratore fuori campo, chiede loro di porre rimedio a un grosso guaio: il Mapà ha composto le musiche di un grande concerto d’opera che la filarmonica degli animali del bosco dovrebbe eseguire a Ferragosto, ma le note della partitura sono sparite e nessuno sa dove siano finite (o chi sia stato a nasconderle)…

L’eleganza compositiva, la raffinatezza, la sensibilità verso il mondo dei bambini che D’Alò ha già ampiamente dimostrato in capolavori del cinema per l’infanzia come La freccia azzurra e La gabbianella e il gatto portano i più piccoli (e i loro genitori) in un universo fantastico che non dimentica di avere solide radici culturali, radici orgogliosamente italiane.

 

“Il Gruffalò” e “Il Gruffalò e la sua piccolina”  Duarat 64’ – Cineteca di Bologna –  (dai 5 anni) – Disponibile

“Il Gruffalò” e “Il Gruffalò e la sua piccolina” sono due mediometraggi di animazione tratti rispettivamente

dagli omonimi libri per bambini nati dalla fantasia di Julia Donaldson e dalla matita di Axel Scheffler.

Il Gruffalò è divenuto un grande classico della letteratura per l’infanzia, è stato tradotto in 42 lingue

diverse e con oltre 5 milioni di copie vendute nel mondo (300.000 delle quali solo in Italia) è oggi uno

dei best seller più amati dai bambini di tutto il mondo. Dai due libri sono stati tratti due pluripremiati mediometraggii d’animazione realizzati da Jakob Schuh e Max Lang e da Uwe Heidschötter e Johannes Weiland. Il Gruffalò è stato candidato agli Oscar nel 2011 come miglior cortometraggio di animazione e ha

vinto il Festival di Annecy nel 2010 e nel primo passaggio televisivo in Inghilterra ha totalizzato il 49% per cento di share tenendo incollati più di 10 milioni di spettatori. Due grandi classici finalmente sullo

schermo che affascineranno e divertiranno grandi e piccini.

 

Il primo episodio “Il Gruffalò” è la magica ed incredibile storia di un topo che, per sopravvivere agli incontri con tre predatori della foresta, deve far appello a tutta la sua intelligenza ed astuzia…

 

Nell’episodio “ Il Gruffalò e al sua piccolina” alcuni anni sono passati e il topo vive in una grotta ai margini della foresta con la sua piccolina. La figlia del Gruffalò sta crescendo e vuole conoscere ed esplorare mondo…

 

DAL LIBRO AL FILM

Il libro, scritto da Julia Donaldson e illustrato da Axel Scheffler, è uscito per la prima volta nelle librerie nel 1999. Edito per l’Italia da EL Edizioni con il titolo A spasso col mostro, l’albo è divenuto ben presto un grande classico amatissimo dai più piccoli.

IL PRIMO MERAVIGLIOSO SPETTACOLO (primarie e secondarie di 1° grado) – Disponibile

Genere: documentario, animazione. Regia: Davide Sibaldi. Durata: 87’ (Versione Integrale), 65’ (Versione per Bambini). Patrocinato da AMNESTY INTERNATIONAL e sostenuto ufficialmente dall’UNICEF.

Integrazione, stranieri, disabilità, rifugiati. Il documentario racconta l’emozionante creazione di uno spettacolo teatrale sui rifugiati realizzato in uno dei più grandi Istituti Comprensivi italiani da 45 bambini e i loro genitori provenienti da 11 Paesi differenti (Italia, Ghana, Etiopia, Marocco, Nigeria, Cina, Serbia, India, Pakistan, Albania, Romania) alcuni dei quali hanno disabilità psichiche (Autismo, ADHD, BES). Da questo grande evento incentrato sull’integrazione la storia si allarga e tra cartoni animati e interviste ad adulti e bambini di tutto  il  mondo affronta le tematiche  dell’infanzia  e  dell’integrazione  del “diverso” all’interno della scuola  concentrandosi  sugli  aspetti positivi: sulla bellezza   dell’integrazione.

“GIUSEPPE E LO SPUTAFUOCO” IL LIBRO DEL FILM

Il film documentario si basa su un libro per bambini scritto e illustrato da Davide Sibaldi dal titolo “Giuseppe e lo Sputafuoco”. Il libro, una fiaba sulla scoperta del bambino interiore e sulle avventure dei rifugiati, ha ricevuto il Patrocinio di Amnesty International Sezione Italiana con la seguente motivazione:

“Amnesty International patrocina il libro “Giuseppe e lo Sputafuoco” per aver raccontato, con un linguaggio semplice e diretto, la realtà dei rifugiati mettendo in luce il grande valore dell’integrazione”

Un bambino tenuto prigioniero insieme al padre su un vascello pirata di cui è destinato a diventare il comandante, decide di fuggire e, lanciandosi in un viaggio avventuroso attraverso l’Oceano Atlantico e il Nuovo Mondo riesce a crescere libero e felice e a conoscere infiniti popoli e meraviglie della natura.

 

LA PRINCIPESSA E L’AQUILA (+ 8 – primarie e secondarie di 1° grado) – Disponibile

Genere: documentario Regia: Otto Bell – Durata: 87’

La Principessa e l’Aquila racconta la straordinaria storia vera di Aisholpan, una ragazzina di tredici anni che lotta per diventare la prima addestratrice di aquile, in un contesto culturale in cui l’addestramento delle aquile è un’arte millenaria tradizionalmente riservata ai soli maschi. Aisholpan è la protagonista di un epico viaggio verso la vittoria in una terra lontana.

Questa giovane ragazza nomade sogna di poter partecipare e vincere l’annuale competizione che si tiene al Festival dell’Aquila Reale e di riuscire a cacciare anche durante il rigido inverno della Mongolia, per dimostrare che “le ragazze possono fare le stesse cose che fanno i ragazzi, se sono determinate”. Aisholpan convince il padre Agalai, professionista della caccia con l’aquila, ad allenarla e a insegnarle questa antica arte tramandata tradizionalmente di generazione in generazione di padre in figlio.

La storia è ambientata nel suggestivo paesaggio dei monti Altai, situati nel Nord della Mongolia: la località più remota all’interno dello stato meno popolato del pianeta Terra. Questo piccolo mondo misterioso ricco di tradizioni millenarie, rischia però di soccombere all’arretratezza e all’ignoranza a causa dello stato di isolamento in cui si trova da sempre. Per un lunghissimo tempo le donne sono state considerate dai capifamiglia kazaki troppo deboli e fragili per potersi dedicare alla caccia con l’aquila. Ma Aisholpan è determinata a dimostrare che si sbagliano e a cambiare la storia.

La Principessa e l’Aquila, grazie a incredibili riprese ad alta quota e momenti di introspezione più intima che raccontano il viaggio personale intrapreso da Aisholpan, narra temi   universali come l’affermazione e la valorizzazione della donna, le meraviglie del mondo naturale e il percorso di formazione e crescita di una giovane donna.

ABEL. IL FIGLIO DEL VENTO (+ 8) – Disponibile

Genere: avventura Regia: Gerardo Olivares e Otmar Penker. Durata: 98′

 L’aquilotto più forte è destinato a scacciare dal nido il fratello più debole: questo è solitamente ciò che accade quando due piccoli di aquila si trovano a condividere lo stesso nido. Spesso accade anche tra gli uomini che, a ferirli, siano proprio le persone più vicine. Lukas, infatti, soffre a causa della freddezza che il padre mostra nei suoi confronti successivamente alla dolorosa perdita della moglie, morta nel tentativo di salvare il piccolo Lukas da un incendio. Il bambino porta sulle sue giovani spalle il peso della morte della madre. La storia della nostra aquila ha inizio nel nido in cui è nata. L’aquilotto primogenito scaccia il fratello più debole dal nido condannandolo a morte certa una volta caduto nel bosco. Ma il destino dà una mano al piccolo rapace: Lukas trova l’aquilotto, lo chiama Abel e decide di prendersene cura in segreto, offrendogli tutto l’amore e la compagnia che gli sono invece negati a casa. Sarà pronto Lukas, quando arriverà il tempo di restituire Abel alla natura selvaggia dalla quale proviene, a cominciare una nuova vita?

Per i docenti che volessero rileggere “Abel. Il figlio del vento” in altra forma è stato pubblicato

Mondadori il libro omonimo che si basa, in forma di romanzo, sulla sceneggiatura del film.

I temi affrontati sono molteplici.

Le leggi del mondo della Natura

La vita dei rapaci

La vita in montagna

Il rapporto tra genitore e figlio

La necessità di esprimere i propri bisogni e problemi per poter contribuire alla loro soluzione

Il rapporto tra animale e uomo

Il compito di far crescere un piccolo consentendogli poi di vivere una vita autonoma

Il dedicarsi a un altro essere vivente assumendosene la responsabilità anche se non si è ancora

adulti.

ASINO VOLA (+8) – Disponibile

Un film di Marcello – genere : drammatico; durata 80 min. – Italia 2015.

“Asino Vola” è la storia di Maurizio, un bambinetto caparbio, cresciuto tra mille avventure solitarie nella fiumara, un piccolo ruscello quasi sempre asciutto dove la gente butta quello che non gli serve più. Maurizio ha fatto di quella discarica il suo magico parco giochi, ed è lì, tra carcasse di automobili trasformate in rifugi e piccoli e grandi tesori trovati là intorno, che matura il sogno di far parte della banda musicale del paese.

Il primo a cui Maurizio ha confidato della sua passione è Mosè, il suo amico asino. Mosè è sempre pronto a consigliarlo e incoraggiarlo, al contrario di N’Giulina, la gallina un po’ bisbetica che lo stuzzica, ingigantisce le sue paure e dipinge i suoi sogni come inutili fantasie. Maurizio inizia a seguire le lezioni nella banda del paese con gli altri bambini, ma presto resta l’unico senza strumento musicale. La mamma Rosa non glielo vuole comprare: vede la musica come l’ennesimo capriccio di un figlio monello, un lusso che la famiglia non si può permettere.

Tra i buoni consigli di Mosé e i dispetti di N’Giulina, si moltiplicano le avventure alla ricerca dello strumento. Ma Maurizio sa che nella situazione in cui si trova non può sbagliare: se vuole realizzare il suo sogno dovrà essere determinato fino alla fine.

 GIOTTO L’AMICO DEI PINGUINI (+ 6) – Disponibile

Un film di Stuart McDonald. Con Sarah Snook, Alan Tudyk, Coco Jack Gillies, Deborah Mailman, Terry Camilleri.  Commedia, durata 95 min. – Australia 2015.

Giotto è un simpatico cagnolone, un bellissimo e dolcissimo pastore maremmano. Scodinzola per l’incantevole cittadina di Warrnambool, una località sul mare in Australia. Nella fattoria del suo padrone Swampy, ognuno ha il suo compito, e quello di Giotto è di fare la guardia alle galline. Ma in realtà proprio non gli riesce, tuttavia è un eccellente combina guai! Ne sanno qualcosa i cittadini di Warrnambool, che dopo la sua ennesima e disastrosa incursione in città, lo fanno punire da un giudice severo. Giotto viene confinato nel recinto della fattoria, con il divieto assoluto di uscire. Nel frattempo i piccoli pinguini che abitano l’isolotto di fronte alla costa, sono minacciati dai continui attacchi delle volpi che hanno imparato

ad attraversare il canale. L’intera città è preoccupata per le sorti dei pinguini. Il simpatico pasticcione, così, ha una sola possibilità per tornare in libertà: salvare i suoi piccoli amici pinguini dalle volpi. Riuscirà a diventare l’eroe di Warrnambool e salvare i Pinguini?

Temi: il valore dell’amicizia e della condivisione; la ricerca della libertà da parte dei bambini e di uno spazio in cui sentirsi al riparo dalle paure degli adulti; l’importanza della famiglia per apprendere regole, ruoli e senso di comunità e protezione.

Note: ispirato ad una storia vera, il film è una gradevolissima commedia adatta ad ogni pubblico.

 DOMANI (+12) – Disponibile

Genere: documentario – Regia: Cyril Dion e Mélanie Laurent. Durata: 118’

“Domani”, il documentario di Cyril Dion e Mélanie Laurent di cui vi suggeriamo la visione, è diventato un piccolo caso internazionale capace di dimostrare come il cinema possa a tutti gli effetti assolvere una funzione educativa e politica importante.

Agli oltre 2 milioni di spettatori in Francia, molti dei quali studenti, il film ha mostrato alcune soluzioni semplici ma rivoluzionarie per costruire un futuro migliore ed è proprioper questo suo forte valore educativo che Lucky Red si rende disponibile in Italia ad organizzare proiezioni mattutine per le scuolea prezzo ridotto.

Partendo da uno studio allarmante sulla situazione del nostro pianeta, i due registi sono andati in giro per il mondo alla ricerca degli esperimenti più riusciti nei campi dell’agricoltura, energia, urbanistica, democrazia, economia e istruzione al fine di dimostrare che un nuovo domani è possibile. Finora nessun documentario aveva scelto di narrare questa realtà in maniera positiva e costruttiva, contribuendo a proporre soluzioni e non limitandosi, quindi, a prevedere eventi catastrofici che generano paure invalidanti.

La visione di “Domani” può inserirsi in un percorso didattico trasversale che coinvolge discipline e competenze diverse, che stimola il confronto e le relazioni interpersonali e che può essere di aiuto all’educazione alla cittadinanza attiva per la costruzione di un’etica di responsabilità a cui, soprattutto negli ultimi anni, la scuola italiana sta dedicando molta attenzione.

Gli stessi registi, nel realizzare questo film, desideravano fortemente creare qualcosa che fosse uno strumento accessibile, ottimista, piacevolmente fruibile e con un taglio pedagogico ben chiaro.

Mostrare “Domani” al maggior numero possibile di persone, soprattutto alle generazioni più giovani, è un modo utile e unico per far sapere che esistono delle soluzioni per risolvere molti degli attuali problemi ecologici, economici e sociali che rischiano di compromettere il nostro futuro.

I ragazzi che avete accanto tutti i giorni erediteranno molte situazioni disastrose, ma avranno anche la responsabilità e il potere per risolverle. Con il vostro aiuto, abbiamo la possibilità di raggiungere migliaia di quegli adolescenti che saranno gli imprenditori, la classe dirigente, i consumatori dei prossimi decenni e saranno sempre loro, forse, a contribuire alla presa di coscienza dei loro genitori, spingendoli ad agire già da domani.

Ed è anche per questo che il vostro lavoro è infinitamente prezioso.

Per tutte queste ragioni ci auguriamo possiate accompagnare i vostri ragazzi in questo percorso che parta dalla sala cinematografica e arrivi fino in classe per un lavoro di approfondimento coadiuvato dal materiale didattico che avete tra le mani.

L’ORDINE DELLE COSE (+12) – Disponibile

di Andrea Segre | drammatico / durata 112 / Italia / Francia / Tunisia, 2017

Corrado è un alto funzionario del Ministero degli Interni italiano specializzato in missioni internazionali contro l’immigrazione irregolare. Il Governo Italiano lo sceglie per affrontare un confine molto caldo quello libico. La Libia post Gheddafi è attraversata da profonde tensioni interne che rendono ancora più difficile trovare soluzioni, accordi con l’Europa. Durante la visita a uno dei centri di detenzione libici, Corrado incontra Swada, una donna somala che sta cercando di scappare per raggiungere suo marito in Finlandia. Come tenere insieme la legge di Stato e l’istinto di aiutare qualcuno in difficoltà? Corrado prova a cercare una risposta nella sua vita che si insinua nell’abituale ordine delle cose.

Temi: l’immigrazione irregolare e il fallimento delle politiche europee; gli accordi tra Italia e Libia per controllare i flussi migratori nel Mediterraneo; i centri di detenzione e le violenze subite dai migranti in paesi come la Libia; l’uso dei migranti come mezzo di ricatto per ottenere fondi dall’Europa; le conseguenze della negazione dei diritti umani sugli individui e sulle comunità.

Note: il film, presentato come Proiezione Speciale al Festival del Cinema di Venezia 2017, è diretto da uno dei più interessanti registi italiani, da sempre attento ai temi dell’immigrazione.

EARTH – UN GIORNO STRAORDINARIO (primarie e secondarie di 1° grado) – Disponibile da novembre 2017

Regia di Richard Dale, Peter Webber. Un film con Robert Redford, Diego Abatantuono. Titolo originale: Earth: One Amazing Day. Genere Documentario – Gran Bretagna, 2017, durata 95 minuti. Uscita cinema lunedì 30 ottobre 2017

Un viaggio stupefacente che rivela l’eccezionale potenza della natura. Nel corso di una sola giornata, seguiamo il percorso del sole dalle montagne più alte alle isole più remote, dalle giungle esotiche a quelle urbane. I sorprendenti progressi nella tecnologia delle riprese vi faranno conoscere da vicino un cast di personaggi incredibili: un cucciolo di zebra che cerca disperatamente di attraversare un fiume in piena, un pinguino che sfida eroicamente la morte per sfamare la sua famiglia, un branco di capodogli a cui piace sonnecchiare in posizione verticale e un bradipo in cerca d’amore.

WONDER (+10) di Stephen Chbosky |drammatico / durata 113 minuti/  USA, 2018 – Disponibile da gennaio 2018

August Pullman è un bambino nato con un’anomalia facciale che non gli ha mai consentito di frequentare una scuola normale. Dopo anni passati tra le mura domestiche a studiare con insegnanti privati, August viene iscritto dai genitori alla scuola privata Breecher Prep di Manhattan, dove fa amicizia con alcuni compagni, invece da altri subisce bullismo, ma resiste agli attacchi e inizia a crearsi una sua strada nella vita imparando a superare le difficoltà e a valorizzare la sua diversità. Temi: non lasciarsi sopraffare dai giudizi e dalle ingiustizie; saper riconoscere la bellezza della propria unicità e di quella altrui; credere in se stessi e dare forma al proprio essere imparando a distinguere i condizionamenti negativi da quelli positivi; assomigliare a se stessi senza cercare a tutti i costi di essere copie di altri volti e altri corpi Note: il film, in uscita in Italia il prossimo gennaio, è tratto dall’omonimo best-seller.

IL RAGAZZO INVISIBILE – SECONDA GENERAZIONE (+10) – Disponibile da febbraio 2018

Regia di Gabriele Salvatores. Un film con Ludovico Girardello, Ksenia Rappoport, Galatéa Bellugi, Noa Zatta, Ivan Franek. Genere Fantascienza – Italia, 2017

Difficile tornare alla vita normale dopo aver scoperto di essere “speciali”. Michele Silenzi ha sedici anni e, come molti ragazzi della sua età, deve affrontare le difficoltà dell’adolescenza: in primis il rapporto con la madre adottiva e poi quello con Stella, la ragazza di cui è innamorato che pare essere interessata ad un altro. Michele si ritrova sempre più solo, infelice e anche un po’ arrabbiato col mondo. Tutto questo finché nella sua vita non fanno irruzione la sua misteriosa gemella Natasha e la madre naturale, Yelena, due donne che stravolgeranno completamente la sua esistenza, chiamandolo a una nuova avventura alla quale non potrà sottrarsi.

Temi: adolescenza e rapporti famigliari; la responsabilità dell’uso del potere e della volontà; il desiderio e la paura di essere “speciale” e diverso dai propri coetanei; crescere nella continua scoperta di sé; dare voce ai propri bisogni nel rispetto degli altri.

Note: il film è il sequel de Il ragazzo invisibile diretto dallo stesso Salvatores nel 2014 che ha avuto tanto successo presso il pubblico dei ragazzi. Come per il precedente, l’uscita l’uscita del film sarà accompagnata dalla pubblicazione del romanzo e del graphic novel.

Animazione di qualità

LOVING VINCENT (+ 10) – disponibile

Regia di Dorota Kobiela, Hugh Welchman. Genere Animazione – Gran Bretagna, Polonia, 2016,

Quando il cinema incontra l’arte l’esito non è mai banale ed è sempre un arricchimento. Soprattutto se, come accade in Loving Vincent, ogni singolo fotogramma del film è realizzato a mano. Dorota Kobiela, pittrice polacca, e il regista inglese Hugh Welchman, hanno intrapreso questa avventura sei anni fa per raccontare, attraverso uno stile da cinema noir, le ultime settimane di vita del pittore olandese trasferitosi ad Arles, in Francia, nel 1888. Vincent Van Gogh, l’artista più noto al mondo, pioniere dell’arte contemporanea e personaggio tormentato, nel luglio 1890 si spara in un campo di grano nei pressi di Arles. Il giovane Armand Roulin, figlio del postino Roulin, unico amico di Van Gogh -, non convinto del suicidio dell’artista, ripercorre le sue ultime settimane di vita incontrando le persone che, anche nei momenti più drammatici, gli sono state vicine.

SASHA EIL POLO NORD  (+ 6) –  disponibile

di Rémi Chayé. Con Christa Theret, Féodor Atkine, Rémi Caillebot, Loïc Houdré, Thomas Sagols. continua» Titolo originale Tout en haut du monde. Animazione, durata 81 min. – Francia 2015

Una principessa si fa cameriera per coronare un sogno. Rivedere suo nonno Oloukine, esploratore dell’Artico mai tornato dal Polo Nord. La ragazza si chiama Sasha, siamo nella Russia di fine Ottocento, i suoi genitori hanno altri piani per lei e le stanno progettando la vita con un aristocratico che non ama. A Sasha non resta altra scelta che fuggire e sfidare il destino (e il ghiaccio) per cercare l’adorato nonno, convinta di conoscere solo lei il modo per riuscirci.

LA GATTA CENERENTOLA (+10) – Disponibile

Genere: animazione. Regia: Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone. Durata: 86’

Cenerentola è cresciuta all’interno della Megaride, un’enorme nave ferma nel porto di Napoli da più di 15 anni. Suo padre, ricco armatore della nave e scienziato, è morto portando con sé nella tomba i segreti tecnologici della nave e il sogno di una rinascita del porto. La piccola vive da allora all’ombra della temibile matrigna e delle sue perfide sei figlie. La città versa ora nel degrado e affida le sue residue speranze a Salvatore Lo Giusto, detto ‘o Re, un ambizioso trafficante di droga che, d’accordo con la matrigna, sfrutta l’eredità dell’ignara Cenerentola per fare del porto di Napoli una capitale del riciclaggio. La nave, infestata dai fantasmi-ologrammi di una tecnologia e di una storia dimenticate, sarà il teatro dell’intera vicenda e metterà in scena lo scontro epocale tra la miseria delle ambizioni del presente e la nobiltà degli ideali del passato.  Il futuro della piccola Cenerentola e della povera città di Napoli sono legati ad uno stesso, sottilissimo, filo.

LA MIA VITA DI ZUCCHINA (+ 8) – Disponibile

di Claude Barras | animazione / durata 66 minuti./ Svizzera / Francia, 2015

Icare è un bambino di 9 anni, soprannominato Zucchina, senza padre e con una madre alcolizzata trascorre il suo tempo in una soffitta giocando in solitudine con lattine di birra vuote. A seguito di un incidente viene accompagnato da un poliziotto in una casa-famiglia. All’inizio resta chiuso nel suo dolore, poi lentamente

si apre alla vita della piccola casa-famiglia dove fa amicizia con altri bambini. Tra il gruppo di coetanei spicca la dolce Camille che in lui suscita un’attenzione diversa e sentimenti mai conosciuti prima. Temi: il diritto del bambino a vivere in una famiglia che gli offra cure e attenzioni; il valore dell’adozione e ell’affidamento; il valore dell’amicizia e della solidarietà; saper riconoscere le proprie emozioni e sentimenti e saperli gestire; il ruolo degli educatori e delle case famiglia.

Note: il film è tratto dal romanzo Autobiografia di una zucchina di Gilles Paris (Piemme), realizzato in stop-motion, in cui i disegni sono sostituiti da pupazzi, filmati fotogramma per fotogramma. È stato candidato ai Premi Oscar 2017 come Miglior Film d’Animazione.

 LA TATRARUGA ROSSA (+ 12) – Disponibile

Regia di Michael Dudok de Wit. Un film Da vedere 2016 Titolo originale: La tortue rouge. Genere Animazione – Francia, Belgio, 2016, durata 80 minuti

UN’OPERA SEMPLICE E METAFORICA CHE DISEGNA LA VITA ATTRAVERSO LE SUE TAPPE ED ESPRIME UN RISPETTO PROFONDO PER LA NATURA E LA NATURA UMANA.

Scampato a una tempesta tropicale e spiaggiato su un’isola deserta, un uomo si organizza per la sopravvivenza. Sotto lo sguardo curioso di granchi insabbiati esplora l’isola alla ricerca di qualcuno e di qualcosa. Qualcosa che gli permetta di rimettersi in mare. Favorito dalla vegetazione rigogliosa costruisce una zattera, una, due, tre volte. Ma i suoi molteplici tentativi sono costantemente impediti da una forza sotto marina e misteriosa che lo rovescia in mare. A sabotarlo è un’enorme tartaruga rossa contro cui sfoga la frustrazione della solitudine e da cui riceve consolazione alla solitudine.

IL TORO FERDINANDO (+6) – Disponibile da Natale 2018

di Carlos Saldanha | animazione / USA, 2017

Il toro Ferdinando ha l’aspetto del feroce toro da corrida: robusto, dal manto nero e lucente ma con un temperamento tutt’altro che irascibile. Un toro che a dispetto della sua stazza e della sua forza, non ha alcuna voglia di dimostrare di essere potente e feroce né di diventare un temuto toro da corrida che terrorizzi i toreri. Al contrario, aspira solo a una vita tranquilla. Quando Ferdinand dilata le narici e

smuove il terreno con gli zoccoli, la gente corre per sfuggire alla sua carica, ma lui annusa le margherite di prato, sua grande passione, o si stiracchia all’ombra degli alberi. E quando passeggia per i villaggi assolati della Spagna, gli abitanti sbarrano le porte impauriti, ma lui prosegue e fa amicizia con una bimba molto più intelligente degli adulti che strappano Ferdinand alla sua vita tra i prati e lo costringono a scalciare, sbuffare e prendere a testate i mantelli dei toreri nelle arene.

Temi: quanto i pregiudizi e gli stereotipi possano condizionare il modo di essere; il valore della conoscenza dell’altro al di là delle apparenze; credere in se stessi cercando di dare voce ai propri bisogni; non lasciarsi influenzare dal giudizio degli altri e puntare sulle proprie qualità.

PRIMITIVI (+6) – Disponibile da febbraio 2018

di Nick Park. Titolo originale: Early Man. Genere Animazione – Gran Bretagna, Francia, 2018

Gli Aardman Studios e Studiocanal tornano a collaborare insieme per realizzare un film in stop-motion ambientato nell’alba dei tempi, in un drammatico mondo preistorico dove i dinosauri e i mammut vagavano sulla terra. Early Man racconta la storia di come un coraggioso uomo delle caverne riesca ad unire la sua tribù contro un potente nemico.

GIORNO DELLA MEMORIA 2018

UN SACCHETTO DI BIGLIE (+10) – In uscita a gennaio 2018

di Christian Duguay. Con Dorian Le Clech, Batyste Fleurial, Christian Clavier, Elsa Zylberstein, César Domboy. continua» Titolo originale Un sac de billes. Drammatico, Ratings: Kids, durata 110 min. – Francia 2017.

La vera storia di due giovani fratelli ebrei nella Francia occupata dai tedeschi che, con una dose sorprendente di malizia, coraggio e ingegno riescono a sopravvivere alle barbarie naziste e a ricongiungersi alle famiglie.

 

Secondaria di 1° grado

Film narrativi e documentari

PRIMO MERAVIGLIOSO SPETTACOLO (primarie e secondarie di 1° grado) – Disponibile

Genere: documentario, animazione. Regia: Davide Sibaldi. Durata: 87’ (Versione Integrale), 65’ (Versione per Bambini). Patrocinato da AMNESTY INTERNATIONAL e sostenuto ufficialmente dall’UNICEF.

Integrazione, stranieri, disabilità, rifugiati. Il documentario racconta l’emozionante creazione di uno spettacolo teatrale sui rifugiati realizzato in uno dei più grandi Istituti Comprensivi italiani da 45 bambini e i loro genitori provenienti da 11 Paesi differenti (Italia, Ghana, Etiopia, Marocco, Nigeria, Cina, Serbia, India, Pakistan, Albania, Romania) alcuni dei quali hanno disabilità psichiche (Autismo, ADHD, BES). Da questo grande evento incentrato sull’integrazione la storia si allarga e tra cartoni animati e interviste ad adulti e bambini di tutto  il  mondo affronta le tematiche  dell’infanzia  e  dell’integrazione  del “diverso” all’interno della scuola  concentrandosi  sugli  aspetti positivi: sulla bellezza   dell’integrazione.

“GIUSEPPE E LO SPUTAFUOCO” IL LIBRO DEL FILM

Il film documentario si basa su un libro per bambini scritto e illustrato da Davide Sibaldi dal titolo “Giuseppe e lo Sputafuoco”. Il libro, una fiaba sulla scoperta del bambino interiore e sulle avventure dei rifugiati, ha ricevuto il Patrocinio di Amnesty International Sezione Italiana con la seguente motivazione:

“Amnesty International patrocina il libro “Giuseppe e lo Sputafuoco” per aver raccontato, con un linguaggio semplice e diretto, la realtà dei rifugiati mettendo in luce il grande valore dell’integrazione”

Un bambino tenuto prigioniero insieme al padre su un vascello pirata di cui è destinato a diventare il comandante, decide di fuggire e, lanciandosi in un viaggio avventuroso attraverso l’Oceano Atlantico e il Nuovo Mondo riesce a crescere libero e felice e a conoscere infiniti popoli e meraviglie della natura.

L’ORDINE DELLE COSE (+ 12) – Disponibile

di Andrea Segre | drammatico / durata 112 / Italia / Francia / Tunisia, 2017

Corrado è un alto funzionario del Ministero degli Interni italiano specializzato in missioni internazionali contro l’immigrazione irregolare. Il Governo Italiano lo sceglie per affrontare un confine molto caldo quello libico. La Libia post Gheddafi è attraversata da profonde tensioni interne che rendono ancora più difficile trovare soluzioni, accordi con l’Europa. Durante la visita a uno dei centri di detenzione libici, Corrado incontra Swada, una donna somala che sta cercando di scappare per raggiungere suo marito in Finlandia. Come tenere insieme la legge di Stato e l’istinto di aiutare qualcuno in difficoltà? Corrado prova a cercare una risposta nella sua vita che si insinua nell’abituale ordine delle cose.

Temi: l’immigrazione irregolare e il fallimento delle politiche europee; gli accordi tra Italia e Libia per controllare i flussi migratori nel Mediterraneo; i centri di detenzione e le violenze subite dai migranti in paesi come la Libia; l’uso dei migranti come mezzo di ricatto per ottenere fondi dall’Europa; le conseguenze della negazione dei diritti umani sugli individui e sulle comunità.

Note: il film, presentato come Proiezione Speciale al Festival del Cinema di Venezia

2017, è diretto da uno dei più interessanti registi italiani, da sempre attento ai temi dell’immigrazione.

 

DOMANI (+12) – Disponibile

Genere: documentario – Regia: Cyril Dion e Mélanie Laurent. Durata: 118’

“Domani”, il documentario di Cyril Dion e Mélanie Laurent di cui vi suggeriamo la visione, è diventato un piccolo caso internazionale capace di dimostrare come il cinema possa a tutti gli effetti assolvere una funzione educativa e politica importante.

Agli oltre 2 milioni di spettatori in Francia, molti dei quali studenti, il film ha mostrato alcune soluzioni semplici ma rivoluzionarie per costruire un futuro migliore ed è proprioper questo suo forte valore educativo che Lucky Red si rende disponibile in Italia ad organizzare proiezioni mattutine per le scuolea prezzo ridotto.

Partendo da uno studio allarmante sulla situazione del nostro pianeta, i due registi sono andati in giro per il mondo alla ricerca degli esperimenti più riusciti nei campi dell’agricoltura, energia, urbanistica, democrazia, economia e istruzione al fine di dimostrare che un nuovo domani è possibile. Finora nessun documentario aveva scelto di narrare questa realtà in maniera positiva e costruttiva, contribuendo a proporre soluzioni e non limitandosi, quindi, a prevedere eventi catastrofici che generano paure invalidanti.

La visione di “Domani” può inserirsi in un percorso didattico trasversale che coinvolge discipline e competenze diverse, che stimola il confronto e le relazioni interpersonali e che può essere di aiuto all’educazione alla cittadinanza attiva per la costruzione di un’etica di responsabilità a cui, soprattutto negli ultimi anni, la scuola italiana sta dedicando molta attenzione.

Gli stessi registi, nel realizzare questo film, desideravano fortemente creare qualcosa che fosse uno strumento accessibile, ottimista, piacevolmente fruibile e con un taglio pedagogico ben chiaro.

Mostrare “Domani” al maggior numero possibile di persone, soprattutto alle generazioni più giovani, è un modo utile e unico per far sapere che esistono delle soluzioni per risolvere molti degli attuali problemi ecologici, economici e sociali che rischiano di compromettere il nostro futuro.

I ragazzi che avete accanto tutti i giorni erediteranno molte situazioni disastrose, ma avranno anche la responsabilità e il potere per risolverle. Con il vostro aiuto, abbiamo la possibilità di raggiungere migliaia di quegli adolescenti che saranno gli imprenditori, la classe dirigente, i consumatori dei prossimi decenni e saranno sempre loro, forse, a contribuire alla presa di coscienza dei loro genitori, spingendoli ad agire già da domani.

Ed è anche per questo che il vostro lavoro è infinitamente prezioso.

Per tutte queste ragioni ci auguriamo possiate accompagnare i vostri ragazzi in questo percorso che parta dalla sala cinematografica e arrivi fino in classe per un lavoro di approfondimento coadiuvato dal materiale didattico che avete tra le mani.

 SING STREET (+12) – Disponibile

Un film di John Carney. Con Lucy Boynton, Maria Doyle Kennedy, Aidan Gillen, Jack Reynor, Kelly Thornton. Drammatico,  durata 106 min. – Irlanda 2016.

Conor, 15 anni, vive nella Dublino degli anni ‘80 ed ha un grande talento nella scrittura di canzoni. I suoi genitori, oltre ad essere alle prese con i problemi economici, si stanno separando e per ridimensionare il budget familiare, il ragazzo viene trasferito da una scuola prestigiosa di gesuiti ad una molto più popolare, la Synge Street CBS. Qui viene presto bullizzato dallo studente teppista di turno e preso di mira dal preside, uomo molto rigido nel rispetto della disciplina. L’incontro con l’aspirante modella Raphina, di cui s’innamora perdutamente, lo spinge a fondare una pop band per attirare la ragazza come attrice di videoclip. La musica, l’amore e l’inossidabile rapporto col fratello maggiore daranno al ragazzo un coraggio che non credeva possibile e lo traghetteranno verso l’età adulta regalandogli la speranza in un futuro diverso.

Temi: l’appartenenza ad un gruppo in età adolescenziale; la ricerca di una propria identità esistenziale: la musica come mezzo di espressione, interpretazione del mondo e creatività, la forza di credere nei propri sogni, la capacità di osare andando oltre gli schemi prefissati; una breve storia della musica di quegli anni attraverso le canzoni dei Clash, David Bowie, Duran Duran ed altri.

Note: il film ha ricevuto la nomination per il Premio David di Donatello 2017 come Miglior Film dell’Unione Europea, la nomination ai Golden Globes 2017 come Miglior Film Brillante, la nomination alla London Critics Circle Film Awards come Miglior Film Britannico.

 SICILIAN GOSTH STORY (+14) -Disponibile

di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza | durata 120 minuti/ drammatico / Italia, 2017

In un piccolo paese siciliano, Luna, una ragazzina con la passione per il disegno, frequenta un compagno di classe, Giuseppe, contro il volere dei suoi genitori perché il padre di lui è coinvolto con la malavita. Un giorno Giuseppe non si presenta a scuola, ma non si tratta della solita assenza per malattia: al ragazzo è accaduto qualcosa di grave e molti in paese sanno ma non parlano. Mentre Giuseppe vive giorni di prigionia, sostenuto solo dalla lettera d’amore della compagna di classe, Luna non si dà pace, si ribella al clima di omertà e complicità che la circondano entrando in conflitto sia con la famiglia che con i compagni di classe. La certezza che Giuseppe si possa salvare le viene dai suoi strani sogni e da un terribile evento, in cui quasi annega in un lago e le sembra di ritrovare il ragazzo in una sorta di antro subacqueo. La realtà però è assai meno magica.

Temi: la tragica vicenda del piccolo Giuseppe Di Matteo rapito nel 1993 per volere del mafioso Giovanni Brusca, tenuto in prigionia per 779 giorni e poi disciolto nell’acido; l’omertà come forma di connivenza mafiosa; bambini e adolescenti vittime innocenti delle mafie; il coraggio della denuncia e del cercare la verità.

Note: il film ha inaugurato la Semaine de la Critique a Cannes 2017 e ha il pregio di raccontare la tragica vicenda sotto forma di favola nera in cui la realtà si alterna a sogni e visioni, con una forza immaginativa, creativa e registica straordinaria, coniugando magistralmente etica ed estetica.

 

 

LA PRINCIPESSA E L’AQUILA (+ 8 – primarie e secondarie di 1° grado) – Disponibile

Genere: documentario Regia: Otto Bell – Durata:87’

La Principessa e l’Aquila racconta la straordinaria storia vera di Aisholpan, una ragazzina di tredici anni che lotta per diventare la prima addestratrice di aquile, in un contesto culturale in cui l’addestramento delle aquile è un’arte millenaria tradizionalmente riservata ai soli maschi. Aisholpan è la protagonista di un epico viaggio verso la vittoria in una terra lontana.

Questa giovane ragazza nomade sogna di poter partecipare e vincere l’annuale competizione che si tiene al Festival dell’Aquila Reale e di riuscire a cacciare anche durante il rigido inverno della Mongolia, per dimostrare che “le ragazze possono fare le stesse cose che fanno i ragazzi, se sono determinate”. Aisholpan convince il padre Agalai, professionista della caccia con l’aquila, ad allenarla e a insegnarle questa antica arte tramandata tradizionalmente di generazione in generazione di padre in figlio.

La storia è ambientata nel suggestivo paesaggio dei monti Altai, situati nel Nord della Mongolia: la località più remota all’interno dello stato meno popolato del pianeta Terra. Questo piccolo mondo misterioso ricco di tradizioni millenarie, rischia però di soccombere all’arretratezza e all’ignoranza a causa dello stato di isolamento in cui si trova da sempre. Per un lunghissimo tempo le donne sono state considerate dai capifamiglia kazaki troppo deboli e fragili per potersi dedicare alla caccia con l’aquila. Ma Aisholpan è determinata a dimostrare che si sbagliano e a cambiare la storia.

La Principessa e l’Aquila, grazie a incredibili riprese ad alta quota e momenti di introspezione più intima che raccontano il viaggio personale intrapreso da Aisholpan, narra temi   universali come l’affermazione e la valorizzazione della donna, le meraviglie del mondo naturale e il percorso di formazione e crescita di una giovane donna.

EARTH – UN GIORNO STRAORDINARIO (primarie e secondarie di 1° grado) – Disponibile da novembre 2017

Regia di Richard Dale, Peter Webber. Un film con Robert Redford, Diego Abatantuono. Titolo originale: Earth: One Amazing Day. Genere Documentario – Gran Bretagna, 2017, durata 95 minuti. Uscita cinema lunedì 30 ottobre 2017

Un viaggio stupefacente che rivela l’eccezionale potenza della natura. Nel corso di una sola giornata, seguiamo il percorso del sole dalle montagne più alte alle isole più remote, dalle giungle esotiche a quelle urbane. I sorprendenti progressi nella tecnologia delle riprese vi faranno conoscere da vicino un cast di personaggi incredibili: un cucciolo di zebra che cerca disperatamente di attraversare un fiume in piena, un pinguino che sfida eroicamente la morte per sfamare la sua famiglia, un branco di capodogli a cui piace sonnecchiare in posizione verticale e un bradipo in cerca d’amore.

IL RAGAZZO INVISIBILE (+10) – Disponibile da febbraio 2018

Regia di Gabriele Salvatores. Un film con Ludovico Girardello, Ksenia Rappoport, Galatéa Bellugi, Noa Zatta, Ivan Franek. Cast completo Genere Fantascienza – Italia, 2017

Difficile tornare alla vita normale dopo aver scoperto di essere “speciali”. Michele Silenzi ha sedici anni e, come molti ragazzi della sua età, deve affrontare le difficoltà dell’adolescenza: in primis il rapporto con la madre adottiva e poi quello con Stella, la ragazza di cui è innamorato che pare essere interessata ad un altro. Michele si ritrova sempre più solo, infelice e anche un po’ arrabbiato col mondo. Tutto questo finché nella sua vita non fanno irruzione la sua misteriosa gemella Natasha e la madre naturale, Yelena, due donne che stravolgeranno completamente la sua esistenza, chiamandolo a una nuova avventura alla quale non potrà sottrarsi.

Temi: adolescenza e rapporti famigliari; la responsabilità dell’uso del potere e della volontà; il desiderio e la paura di essere “speciale” e diverso dai propri coetanei; crescere nella continua scoperta di sé; dare voce ai propri bisogni nel rispetto degli altri.

Note: il film è il sequel de Il ragazzo invisibile diretto dallo stesso Salvatores nel 2014 che ha avuto tanto successo presso il pubblico dei ragazzi. Come per il precedente, l’uscita l’uscita del film sarà accompagnata dalla pubblicazione del romanzo e del graphic novel.

Animazione di qualità

LOVING VINCENT (+ 10) – disponibile

Regia di Dorota Kobiela, Hugh Welchman. Genere Animazione – Gran Bretagna, Polonia, 2016,

Quando il cinema incontra l’arte l’esito non è mai banale ed è sempre un arricchimento. Soprattutto se, come accade in Loving Vincent, ogni singolo fotogramma del film è realizzato a mano. Dorota Kobiela, pittrice polacca, e il regista inglese Hugh Welchman, hanno intrapreso questa avventura sei anni fa per raccontare, attraverso uno stile da cinema noir, le ultime settimane di vita del pittore olandese trasferitosi ad Arles, in Francia, nel 1888. Vincent Van Gogh, l’artista più noto al mondo, pioniere dell’arte contemporanea e personaggio tormentato, nel luglio 1890 si spara in un campo di grano nei pressi di Arles. Il giovane Armand Roulin, figlio del postino Roulin, unico amico di Van Gogh -, non convinto del suicidio dell’artista, ripercorre le sue ultime settimane di vita incontrando le persone che, anche nei momenti più drammatici, gli sono state vicine.

LA TARTARUGA ROSSA (+ 12) – Disponibile

Regia di Michael Dudok de Wit. Un film Da vedere 2016 Titolo originale: La tortue rouge. Genere Animazione – Francia, Belgio, 2016, durata 80 minuti

UN’OPERA SEMPLICE E METAFORICA CHE DISEGNA LA VITA ATTRAVERSO LE SUE TAPPE ED ESPRIME UN RISPETTO PROFONDO PER LA NATURA E LA NATURA UMANA.

Scampato a una tempesta tropicale e spiaggiato su un’isola deserta, un uomo si organizza per la sopravvivenza. Sotto lo sguardo curioso di granchi insabbiati esplora l’isola alla ricerca di qualcuno e di qualcosa. Qualcosa che gli permetta di rimettersi in mare. Favorito dalla vegetazione rigogliosa costruisce una zattera, una, due, tre volte. Ma i suoi molteplici tentativi sono costantemente impediti da una forza sotto marina e misteriosa che lo rovescia in mare. A sabotarlo è un’enorme tartaruga rossa contro cui sfoga la frustrazione della solitudine e da cui riceve consolazione alla solitudine.

LA GATTA CENERENTOLA (+10) – Disponibile

Genere: animazione. Regia: Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone. Durata: 86’

Cenerentola è cresciuta all’interno della Megaride, un’enorme nave ferma nel porto di Napoli da più di 15 anni. Suo padre, ricco armatore della nave e scienziato, è morto portando con sé nella tomba i segreti tecnologici della nave e il sogno di una rinascita del porto. La piccola vive da allora all’ombra della temibile matrigna e delle sue perfide sei figlie. La città versa ora nel degrado e affida le sue residue speranze a Salvatore Lo Giusto, detto ‘o Re, un ambizioso trafficante di droga che, d’accordo con la matrigna, sfrutta l’eredità dell’ignara Cenerentola per fare del porto di Napoli una capitale del riciclaggio. La nave, infestata dai fantasmi-ologrammi di una tecnologia e di una storia dimenticate, sarà il teatro dell’intera vicenda e metterà in scena lo scontro epocale tra la miseria delle ambizioni del presente e la nobiltà degli ideali del passato.  Il futuro della piccola Cenerentola e della povera città di Napoli sono legati ad uno stesso, sottilissimo, filo.

 

GIORNO DELLA MEMORIA 2018

UN SACCHETTO DI BIGLIE (+10) – In uscita a gennaio 2018

di Christian Duguay. Con Dorian Le Clech, Batyste Fleurial, Christian Clavier, Elsa Zylberstein, César Domboy. continua» Titolo originale Un sac de billes. Drammatico, Ratings: Kids, durata 110 min. – Francia 2017.

La vera storia di due giovani fratelli ebrei nella Francia occupata dai tedeschi che, con una dose sorprendente di malizia, coraggio e ingegno riescono a sopravvivere alle barbarie naziste e a ricongiungersi alle famiglie.

 

Per qualsiasi informazione e chiarimento si può contattare Piero Sacco al tel mobile 335 5858 310 – mail: pierosacco@lagodarte.com

                                                                                             

Un progetto curato da Lagodarte s.c.

Castiglione del Lago 19/10/2017